» Appennino Modenese - Sanità

Riprese le attività chirurgiche all’ospedale di Pavullo. Prosegue la ristrutturazione del blocco operatorio


Riaperte il 24 settembre, come da programma, le Sale operatorie dell’Ospedale di Pavullo. Alla luce dei risultati del monitoraggio sulla presenza di inquinanti, la Direzione sanitaria ha autorizzato la ripresa delle attività chirurgiche.

Conclusa una fase di cantierizzazione che ha comportato rilevanti opere strutturali con un impatto significativo sulle attività sanitarie. Oltre alla compartimentazione dei locali che rimarranno aperti per garantire gli interventi chirurgici a Pavullo (e l’adattamento di tutti gli impianti), è stato deciso di anticipare una parte consistente di demolizioni, così da assicurare nei prossimi mesi la minor interferenza possibile sull’attività operatoria e il rispetto degli standard ambientali all’interno dei locali.

Dalle 8 di lunedì 24 settembre sono due le sale nuovamente attive, dedicate all’attività chirurgica per i pazienti di Pavullo, mentre l’altra parte del blocco operatorio sarà oggetto dei lavori, terminati i quali si potrà procedere a ristrutturare l’area attualmente in funzione. “La programmazione dell’attività chirurgica riprenderà gradualmente, secondo gli indirizzi di programmazione concordati – chiarisce Bianca Caruso, Direttore sanitario dell’Azienda USL -. È doveroso il ringraziamento agli altri Ospedali della Provincia, per la collaborazione e il supporto in questo primo periodo dell’intervento di ristrutturazione, e a tutti i professionisti e gli operatori degli Ospedali di Vignola e Pavullo, per la dedizione e l’impegno che ci hanno permesso di garantire il mantenimento delle attività chirurgiche per i cittadini del Frignano”.

La ristrutturazione, che consentirà il potenziamento delle attività operatorie effettuate a Pavullo, è finanziata per 1 milione e 800mila euro (1.400.000 dalla Regione Emilia-Romagna e 400.000 da fondi Ausl) e terminerà con un comparto operatorio completamente rinnovato con standard di sicurezza operativa e tecnologie in grado di assicurare al meglio lo svolgimento dell’attività chirurgica. La superficie complessivamente interessata ai lavori è di 748mq; la durata prevista del cantiere è di 410 giorni (più 30 per i collaudi finali).




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018 · RSS PAGINA DI MODENA · RSS ·
• 28 query in 0,878 secondi •