» Reggio Emilia - Trasporti

A Reggio Emilia una nuova Velostazione in piazzale Marconi


È attiva da oggi la nuova Velostazione di piazzale Marconi, il servizio di parcheggio biciclette promosso dall’Amministrazione comunale di Reggio Emilia in collaborazione con il consorzio Tea per favorire l’uso delle due ruote negli spostamenti quotidiani, garantire a cittadini e pendolari maggiore sicurezza per i mezzi e abbattere il fenomeno dei furti. Sono in tutto 75 i posti disponibili per ora all’interno della Velostazione, un’area video-sorvegliata, realizzata al primo piano interrato del parcheggio antistante la stazione centrale, aperta 24 ore su 24 tutti i giorni della settimana.

La nuova struttura si inserisce nel quadro delle politiche messe in atto dall’Amministrazione comunale a sostegno di una mobilità alternativa ed ecosostenibile, di minore impatto sull’ambiente, mediante la realizzazione di infrastrutture e l’educazione a stili di vita che consentano la convivenza pacifica degli utenti della strada. Ad oggi la rete delle infrastrutture ciclabili – costruite sulla base di un BiciPlan che indica 12 Ciclovie principali e una rete di ciclabili a reticolo nei quartieri – ha raggiunto complessivamente i 215 chilometri di estensione a cui si aggiungono oltre 23 chilometri di greenway, percorsi in aree rurali esterne ai centri abitati che ripercorrono tracciati storici o naturalistici. Si tratta del sistema ciclabile più esteso in Italia in rapporto al numero di abitanti della città (estensione procapite) secondo il report 2016 sulla qualità urbana di Legambiente.

La creazione della Velostazione va inoltre nella direzione di favorire modalità integrate di spostamento: piazzale Marconi rappresenta infatti uno dei nodi intermodali cittadini, dove si incrociano collegamenti ferroviari, trasporto pubblico, trasporto privato e bikesharing.

L’inaugurazione della nuova Velostazione avviene in concomitanza con l’avvio dell’innovativo servizio di bike sharing, gestito da Idro Bk srl per conto di Mobike in modalità “free floating”: gli utenti, infatti, potranno noleggiare le biciclette per poi lasciarle dove ritengono in città, cioè senza stazioni obbligate di presa e rilascio. Saranno 500 le biciclette disponibili per questa prima fase sperimentale di 4 mesi, in 28 diversi punti della città.

“La velostazione consente la possibilità di custodire le biciclette in condizioni di sicurezza. Si tratta di un investimento fatto per rafforzare il sistema di mobilità ciclabile in città – ha detto oggi il sindaco Luca Vecchi inaugurando il nuovo servizio – E sempre a sostegno della mobilità sostenibile, partiamo oggi con la sperimentazione del sistema di bike sharing di Mobike con 500 nuove biciclette e tariffe agevolate e particolarmente convenienti rispetto a quelle di altre città”.

“Il sistema di bike sharing precedente – ha aggiunto l’assessore a Mobilità e infrastrutture Mirko Tutino – era caratterizzato da una certa rigidità nel ritiro e consegna delle biciclette nelle rastrelliere e da alti costi di manutenzione delle postazioni. Con la tecnologia che adottiamo ora invece si risolvono queste criticità e cresce la comodità di utilizzo poiché è possibile lasciare i mezzi in qualsiasi punto della città. Il nuovo sistema offre quindi grande flessibilità di utilizzo e la possibilità di utilizzare la stessa applicazione in altre città, come a breve sarà a Bologna”.

All’inaugurazione della velostazione di piazzale Marconi e del nuovo servizio di bike sharing sono intervenuti anche David Zilioli, dirigente del servizio Mobilità del Comune di Reggio, Alfredo Ronzoni, direttore generale di Til, e Alessandro Felici, ceo di Idri Bk srl.

LA VELOSTAZIONE – La nuova Velostazione è recintata e video sorvegliata. I fruitori dello spazio potranno scendere utilizzando la piccola rampa laterale creata in corrispondenza delle scale per permettere il passaggio alle due ruote.

I costi di accesso alla Velostazione saranno particolarmente contenuti – tra i più bassi delle diverse strutture simili presenti in regione – per consentire al maggior numero di utenti di usufruire di questo servizio. Sono previste tre forme di abbonamento: giornaliero (1 euro), mensile (10 euro), e annuale (100 euro). Gli abbonati mensili e annuali potranno accedere al deposito previo l’acquisto di una tessera contact-less, del costo di 5 euro, presso il deposito Bicibox di via Turri (dal lunedì al venerdì, dalle ore 6 alle ore 20.30 e il sabato dalle ore 7 alle 14), pagando preventivamente per il periodo desiderato (1 o più mesi). Gli abbonamenti sono personali e non cedibili. Il rinnovo della tessera potrà essere effettuato presso la cassa automatica installata al piano -1 del parcheggio Marconi o presso il deposito Bicibox.

Per accedere al deposito, nell’ambito del periodo pagato, sarà poi sufficiente accostare la tessera all’apposito lettore installato presso il cancello di ingresso/uscita del deposito biciclette. L’uscita avverrà premendo l’apposito pulsante presente sul blocco serratura del cancello di ingresso/uscita.

Gli utenti occasionali, invece, dovranno recarsi preventivamente all’apparecchiatura (tipo “parcometro”) installata al piano -1 accanto alla porta di accesso all’area di parcheggio e pagare la tariffa giornaliera: a quel punto dovranno presentare la ricevuta al personale della portineria del parcheggio che, verificato il pagamento, procederà ad aprire il cancello della Velostazione.

IL BIKE SHARING – La caratteristica principale del servizio Mobike – gestito in Italia da Idri Bk srl e già presente in altre 7 città italiane, e in più di 200 punti nel mondo – è soprattutto la comodità di potere trovare le biciclette ovunque, tramite la mappa presente all’interno della app, e di poterle parcheggiare in tutta la città, negli spazi in cui è normalmente consentita la sosta delle biciclette. La prima dotazione, costituita da circa 500 biciclette, sarà posizionata nelle 13 postazioni del bike sharing tradizionale, al fine di agevolare l’utenza che già se ne serviva: piazza della Frumentaria; parcheggio Cecati; stazione Ferroviaria di piazzale Marconi; parcheggio ex Gasometro; parcheggio ex Polveriera; piazza Gioberti; piazzale Roversi; parcheggio ex Foro Boario; ospedale Santa Maria Nuova; via Guidelli; parcheggio Funakoshi; parcheggio Caserma Zucchi; via Emilia San Pietro. A queste postazioni ne sono state aggiunte altre 15, sparse per la città, presso: Tribunale di Reggio Emilia; park “Le Querce”; via Roma – ex Tribunale; parco delle Caprette; stadio Mirabello; park “Il Volo”; biblioteca di San Pellegrino; ospedale Spallanzani; piazza XXIV Maggio; biblioteca Rosta; spazio culturale “Orologio”; via Guasco; ente Fiera; Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, in viale Allegri.

Per poter usufruire del servizio, è necessario che l’utente scarichi dall’Apple Store o da Google Play l’applicazione gratuita Mobike e crei un account utilizzando il numero di cellulare, al quale arriverà un codice di verifica da inserire per pagare il deposito cauzionale con carta di credito/debito a garanzia della copertura, almeno parziale, dei costi sostenuti in caso di comportamento inappropriato o vandalismo da parte dell’utente. È possibile anche prenotare il servizio (massimo 15 minuti) semplicemente selezionando la bici e cliccando “prenota”.

Individuata la bicicletta, è sufficiente premere sul pulsante “sblocca”: dopo aver scansionato il codice Qr vicino al manubrio della bici, il lucchetto si apre automaticamente. Una volta giunti a destinazione, è sufficiente parcheggiare la due ruote in modo responsabile e senza intralciare il passaggio, chiudendo la leva sul lucchetto intelligente. L’app provvederà automaticamente a terminare il noleggio.

In questa prima fase di lancio, che durerà fino ad agosto, sono state previste tariffe promozionali: il costo base di utilizzo per un periodo di 30 minuti è di 30 centesimi (tariffa successiva: 50 centesimi), il deposito è di 1 euro. Sono inoltre disponibili i Mobike Pass, modalità di abbonamento che prevedono formule mensili, trimestrali, semestrali e annuali. I dettagli relativi ai prezzi e al deposito cauzionale sono disponibili all’interno della app. Il pagamento può essere effettuato tramite i maggiori circuiti di pagamento (Mastercard e Visa). Il sistema tariffario è pensato con formule disincentivanti per chi utilizza male il servizio e viceversa con formule premianti per chi ad esempio segnala situazioni anomale o biciclette che necessitano di manutenzione.

Gli utenti possono parcheggiare ovunque, purché non all’interno di un’area privata e dove non sia di intralcio per la circolazione dei mezzi ma anche dei pedoni e delle altre biciclette.

Le biciclette Mobike hanno un design minimalista ed elegante, con un telaio realizzato integralmente in alluminio 6000. Le ruote hanno una dimensione di 24″, fatta per scoraggiare il furto; la ruota è ancorata al mozzo attraverso 5 brugole. I copertoni sono pieni e, in quanto tali, antiforatura. I raggi delle ruote sono sostituiti da razze che garantiscono ulteriore robustezza alla ruota.

La trasmissione del movimento dei pedali alla ruota posteriore avviene attraverso un cardano ricoperto da un carter che ne rende quindi invisibile il funzionamento. La bici non è dotata di cambio.

L’impianto di frenaggio è a tamburo sia all’anteriore che al posteriore, quindi integrato all’interno del mozzo. Il passaggio dei cavi è interno al telaio per evitare danneggiamenti durante l’uso.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Parma 2000
© 2018 · RSS PAGINA DI MODENA · RSS ·
• 31 query in 1,101 secondi •