» Lavoro - Modena

Aperture commerciali festività: Filcams/Cgil chiede di rinnovare l’accordo di autoregolamentazione del Comune di Modena

Passate le festività pasquali, con l’approssimarsi delle prossime festività civili, non si ferma l’azione di contrasto alle liberalizzazioni nel commercio da parte del sindacato.
Prima di tutto ribadiamo il principio della volontarietà della prestazione lavorativa, da parte degli addetti del settore, per le prossime festività del 25 Aprile, 1° Maggio e 2 Giugno, principio stabilito dal contratto nazionale di lavoro e rafforzato da recenti sentenze della Cassazione.
Non possiamo però limitarci a questo, la discussione sulle liberalizzazioni del commercio alle aperture domenicali e festive è importante, ma non sufficiente ad affrontare il tema nel suo complesso.
Ad oltre cinque anni dalla totale deregolamentazione introdotta dal “Decreto Salva Italia” del Governo Monti, si rende necessaria una valutazione sugli effetti prodotti da tale intervento.
Se gli obiettivi erano quelli di incrementare i consumi, l’occupazione nel settore e favorire la libera concorrenza, oggi possiamo affermare con certezza che nessuno di questi obiettivi è stato raggiunto. Ma non solo. Indiscutibili sono le conseguenze negative delle liberalizzazioni sull’intero settore della distribuzione commerciale, e di conseguenza è inevitabile giudicare il provvedimento non solo inutile, ma anche dannoso.
E’ quindi necessario un nuovo intervento legislativo, che ripristini un sistema di regole e tenga conto delle diverse esigenze da territorio a territorio, un sistema che non può che essere governato da Regioni e Comuni con il coinvolgimento delle parti sociali.
Per questo motivo, il sindacato Filcams/Cgil di Modena, assieme alle categorie del commercio di Cisl e Uil, nei giorni scorsi ha richiesto al Sindaco Muzzarelli di farsi promotore di un tavolo di confronto, sul tema, che coinvolga tutte le parti sociali – Organizzazioni Sindacali, Associazioni di Categoria e dei Consumatori – per affrontare il tema delle liberalizzazioni e della situazione della distribuzione commerciale del territorio, con l’obiettivo di trovare un accordo di autoregolamentazione, in attesa di un auspicabile, quanto necessario, intervento legislativo.
Accogliamo quindi positivamente il fatto che anche Confesercenti e Confcommercio concordino sul percorso auspicato dal sindacato.
Auspichiamo quindi che il sindaco Muzzarelli convochi al più presto il tavolo di confronto per trovare un accordo condiviso che salvaguardi dalle aperture quantomeno le festività civili e religiose che fanno parte del patrimonio culturale e identitario collettivo, e che un eventuale accordo di questo tipo possa poi essere anche un riferimento per gli altri comuni della provincia di Modena.

(Paolo Montalti segretario generale Filcams/Cgil Modena)




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2017 · RSS PAGINA DI MODENA · RSS ·
• 10 query in 0,367 secondi •