Home Attualita' A Bruxelles la Compagnia Del Montale sale sul podio con il Vigna...

A Bruxelles la Compagnia Del Montale sale sul podio con il Vigna Oro, Balsamico IGP premiato con “Tre Stelle Oro”


Zini_Tassi_BertoliPer il secondo anno consecutivo l’Aceto Balsamico di Modena IGP Vigna Oro prodotto dalla Compagnia del Montale  di Sassuolo si è aggiudicata il Superior Taste Award con “Tre Stelle Oro”, il più alto riconoscimento assegnato dall’istituto belga International Taste & Quality Institute di Bruxelles (iTQi) ai cibi e bevande di marca commercializzati nei negozi alimentari del mondo. L’analisi sensoriale che unisce i criteri di prima impressione, vista, odore, sapore, tatto, ha condotto la giuria formata da assaggiatori esperti, opinion leader del settore, chef e sommelier stellati Michelin, all’incoronazione del Vigna Oro come uno dei migliori prodotti tra i 1.239 in gara provenienti da 49 paesi. La cerimonia di premiazione si è svolta il 30 maggio davanti a una platea di oltre 400 persone tra cui manager, autorità e stampa internazionale.

Mosto cotto di uve della provincia di Modena (con certificato di provenienza), aceto di vino, il lento invecchiamento in botti di ciliegio e rovere, dove l’oro nero riposa per 10 anni, e una sapiente cura del prodotto tramandata da tre generazioni. Questi sono gli elementi che hanno portato il Vigna Oro a essere un affezionato protagonista della cronaca. Nel 2012 la Compagnia Del Montale ha infatti conquistato anche il celebre Palio di San Giovanni, e ora è in gara per l’edizione 2013. Oggi l’azienda realizza il 50% dei ricavi con l’export e l’obiettivo è incrementare fino al 70%, senza calare il giro d’affari sul mercato italiano.

IL PUNTEGGIO

Il Superior Taste Award viene assegnato solo ai prodotti che, nell’analisi sensoriale, ottengono una valutazione percentuale complessiva almeno del 70% ricevono il premio. Per il Vigna Oro l’esito finale è stato del 91%. Questo punteggio ha portato la Compagnia Del Montale sul gradino più alto del podio e alle “Tre Stelle Oro” cioè alla nomina di “prodotto eccezionale” che rende onore alla storia dell’azienda di Sassuolo, produttrice di Aceto Balsamico da tre generazioni. La percentuale è il risultato del calcolo medio ponderato dei punteggi assegnati dai giudici. Si è aggiudicato il 92,5% dei favori per la “prima impressione”, l’92,5% per la “vista”, l’84% per il profumo, l’89,5% per la “consistenza”, l’90,5% per il gusto.

Enrico Zini della Compagnia Del Montale: “L’aceto Balsamico tradizionale si conferma per noi una soddisfazione, così come per tutte quelle aziende che investono nella sua produzione mantenendo l’originalità del prodotto. Per raggiungere questi risultati, tanto importanti quanto sudati, occorre tempo, dedizione, pazienza. E certamente la vocazione all’export. Il nostro Balsamico – e con “nostro” intendo il prodotto della nostra terra modenese – è apprezzato nel mondo e come azienda legata al territorio sassolese continuiamo a ricercare l’eccellenza. Il Vigna Oro è ottenuto da una rigorosa selezione della materia prima e da un costante controllo di tutta la filiera produttiva, due criteri che ci consentono di portare in tavola una qualità impeccabile e perenne nel tempo”.

Il serial griller Matteo Tassi, chef specializzato nel metodo BBQ e impegnato nella conduzione della terza serie di “Serial Griller” su Gambero Rosso, è da alcuni anni utilizzatore dello speciale ingrediente nei suoi piatti. Matteo Tassi spiega che “il Vigna Oro è versatile e il suo equilibrio organolettico esalta i sapori della carne, del formaggio e delle salse che l’accompagnano, ma anche dei dolci. È corposo, rotondo e importante. Lo utilizzo nella tagliata al Balsamico con cipolle brasate, sulla scaloppina di maiale all’aceto e carote al brandy, per le costine di maiale con aceto, miele e patate viola”. (www.blueskitchen.it)

 

INTERNATIONAL TASTE & QUALITY INSTITUTE E LA GIURIA

L’International Taste & Quality Institute è un ente indipendente che ogni anno valuta prodotti alimentari e bevande di alta gamma e con vocazione all’export. Gli alimenti sono inviati dalle aziende private all’istituto dove una giuria internazionale li valuta uno ad uno. Le Giurie dell’iTQi sono composte da esperti provenienti da 13 paesi del mondo e fanno parte delle associazioni culinarie europee tra le più prestigiose, tra cui i Maîtres Cuisiniers di Belgio e di France, l’Académie Culinaire di Francia, l’Academy of Culinary Arts, Euro-Toques, la Federazione Italiana Cuochi, i Jeunes Restaurateurs d’Europe, l’Associaciones des Cocineros di Spagna, il Verband der Köche Deutschlands nonché dell’Associazione della Sommellerie Internazionale (ASI) per le bevande.