Home Nazionale Contrordine: il sale non fa poi così male, regala buonumore

Contrordine: il sale non fa poi così male, regala buonumore


Basta un poco di zucchero per mandar giu’ la pillola. Ma per essere sempre allegri, e’ meglio un pizzico di sale. Sembra, infatti, che questo condimento agisca come un antidepressivo naturale. Cosa che puo’ spiegare come mai ne facciamo largo uso, nonostante i ben noti rischi per la salute associati a una cucina troppo saporita. Se troppo sale puo’ portare a pressione alta e aumentare il pericolo di cardiopatie, non consumarne a sufficienza potrebbe scatenare ‘depressioni psicologiche’, spiegano i ricercatori dell’Universita’ dell’Iowa (Usa) su ‘Physiology and Behaviour’.

Gli studiosi hanno scoperto che i ratti iniziano ad avere comportamenti stravaganti ed evitano cibi e attivita’ preferite, quando vengono privati del sale. Secondo la psicologa Kim Johnson, responsabile della ricerca, “cose che normalmente sarebbero piacevoli per questi animali all’improvviso non lo sono piu’ allo stesso modo. Questo ci ha portati a credere che un’assenza di sale, e di conseguenza il suo desiderio, possano indurre uno dei sintomi chiave associati alla depressione”.I ricercatori credono che, nel corso dei secoli, il corpo umano abbia sviluppato una sorta di sentimento di benessere associato al sale. In parte forse perche’ in passato era raro e prezioso. La dose quotidiana raccomandata per gli adulti e’ di 4 grammi, anche se gli esperti spiegano che il corpo umano avrebbe bisogno solo della meta’.Oggi, invece, c’e’ chi ne ingurgita fino a 10 grammi al giorno grazie a ‘overdose’ di patate fritte e altri snack saporiti. Ma anche all’abitudine di mangiare cibi precotti. I ricercatori dell’Iowa temono, a questo punto, che molte persone reagiscano al sale un po’ come fanno i drogati con le sostanze stupefacenti. Lo studio “ci suggerisce – conclude la psicologa – che il desiderio e il bisogno di sale possano essere collegati allo stesso sistema cerebrale dell’abuso e della dipendenza dalle droghe”.

Fonte: Adnkronos