Home Ambiente Orienteering, sul nostro Appennino arrivano i finlandesi

Orienteering, sul nostro Appennino arrivano i finlandesi


Dal 19 al 26 giugno una delegazione di atleti e allenatori provenienti dal paese scandinavo parteciperanno al camp internazionale in programma a Piane di Mocogno.

Per il secondo anno consecutivo la montagna modenese ospita dal 19 al 26 giugno il camp internazionale organizzato dai club finnici partners del progetto di cooperazione trasnazionale promosso dai Gal Aktiivinen Pohjois-Satakunta e Antico Frignano e Appennino Reggiano con il sostegno della Provincia di Modena, del Parco del Frignano, dei comuni di Lama Mocogno, Pavullo, Pievepelago, Palagano e Frassinoro con la Comunità Montana Appennino Modena Ovest.

L’ “Oriholiday junior camp” di Piane di Mocogno vede la partecipazione di una delegazione di 50 persone tra atleti junior e istruttori, appartenenti a quattro club finlandesi. Gli scandinavi si eserciteranno sulle mappe dell’Appennino e daranno vita a uno stage formativo con i componenti dell’associazione sportiva Orienteering Club Appennino.
L’organizzazione è a cura del Consorzio Valli del Cimone e dell’ Orienteering Club Appennino.

L’arrivo dei finlandesi è previsto domani; gli scandinavi alloggeranno fino a sabato all’ Hotel Mazzieri di Piane di Mocogne. Nei primi due giorni parteciperanno ad attività libere in piscina e presso il centro federale tennis di Pievepelago. Giovedì si terrà l’OriDay con giochi per l’avviamento all’orienteering dei bambini. In programma animazione a cura del team finlandese con i ragazzi dell’Istituto Barbieri di Pievepalago che hanno partecipato ad un camp in Finlandia nel mese di maggio. Sabato, ultimo giorno di permanenza sull’Appennino, i finlandesi si eserciteranno e organizzeranno alcune gare nel Parco Ducale di Pavullo. Nel pomeriggio visita alla Galleria Ferrari di Maranello e trasferimento a Verona.
Info: Mario Magnanini 335.6942931 – e-mail

L’orienteering, chiamato “sport dei boschi”, è una disciplina sportiva che consiste nel cercare di compiere un percorso sconosciuto nel più breve tempo possibile servendosi soltanto di gambe bussola e carta topografica. Si pratica a piedi, in mountain bike oppure con gli sci da fondo. Sono una decina gli impianti cartografici dell’Appennino modenese in cui praticare l’orienteering.
Per informazioni sull’orienteering e gli appuntamenti in Appennino consultare il sito Orienteering International Festival.