Home Letteratura Sassuolo: ‘I colori dell’avvenura’, un libro scritto da alunni

Sassuolo: ‘I colori dell’avvenura’, un libro scritto da alunni


“Un bellissimo libro, scritto ad ottanta mani, quaranta teste piene di meravigliose idee”: presentano così il libro I colori dell’avventura le insegnanti Teresa Abbatecola, Maria Solinas, Faustina Francabandiera della scuola primaria “Vittorino da Feltre”.

Ne sono autori gli alunni della VA e VB della stessa scuola, lo pubblica la Incontri Editrice di Sassuolo. Non si tratta di racconti o scritti eterogenei: no, è proprio un’unica storia con capitoli e trama, un inizio e una fine accompagnati da originali illustrazioni eseguite dai bambini-autori, con la supervisione della pittrice Francesca Ruggi.

Il libro è nato dal “Progetto lettura” portato avanti da 5 anni da dirigenza e insegnanti della Vittorino da Feltre. “Per trasmettere agli alunni il piacere e l’amore per la scrittura e i libri” afferma il dirigente scolastico Gian Luigi Giacobazzi. “Il progetto è stato realizzato cooperativamente dagli alunni, impegnati in gruppi nelle diverse fasi di realizzazione: trama, capitoli, correzione bozze, illustrazioni, battitura del manoscritto. Sono sicuro che questo duro ma piacevole lavoro sui banchi della scuola abbia formato lettori per la vita” conclude Giacobazzi. L’idea originale è stata lasciarsi suggestionare da grandi opere di artisti quali Gauguin e Van Gogh o da alcune belle poesie, di Pascoli ad esempio, e poi con la fantasia trovare nuove parole, storie e stili per costruire le storie e le ambientazioni del libro. Anche perché – scrivono alla fine i giovanissimi autori – “a volerli ben osservare… tutti i quadri sono dipinti con i colori dell’avventura”.
“Proprio queste mi paiono le parole migliori per gustare il senso profondo dell’esperienza stimolante che hanno vissuto questi ragazzi” commenta nella sua prefazione Silvia Roncaglia, maranellese, scrittrice di successo per ragazzi, vincitrice del Premio ‘Bancarellino 2006’ e del Premio ‘Legambiente’. “Mi resta il piacere di avere contagiato questi ragazzi con l’amore per le parole.

Come scrivono benissimo nel loro libro “per le parole perse, le parole imprigionate, le parole da dimenticare, le parole del ricordo, le parole non dette, sussurrate, gridate, pensate, le parole nuove, tutte le parole da dire”.
Servono altre parole? Si potrebbe aggiungere che non è difficile fare un bel libro. Ingredienti richiesti: ragazzi e insegnanti entusiasti; idea giusta e determinazione per superare le difficoltà; amore per la parola e abilità artigianali; buoni consiglieri e un bravo editore che si lascia appassionare: mescolare appena… e il libro è fatto.

I colori dell’avventura degli alunni della VA e VB della “Vittorino da Feltre” di Sassuolo, Incontri Editrice, ne è una fresca e riuscita prova.
Andate a controllare domani, sabato 27 maggio, in occasione della festa della scuola. E poi in libreria. Sarà una bella avventura.