Home Attualita' Bologna: plico bomba, tanti messaggi solidarietà e condanna

Bologna: plico bomba, tanti messaggi solidarietà e condanna


Il sindaco di Modena Giorgio Pighi ha telefonato a Sergio Cofferati esprimendogli la solidarieta’ dei cittadini modenesi per ”un gesto vile, un tentativo brutale di colpire l’unica via possibile per la soluzione dei conflitti e cioe’ quella del confronto. Un percorso che deve essere accettato anche quando non ci si trova d’accordo sui contenuti, nella consapevolezza che chi, come i sindaci, viene delegato a decidere ha il dovere di farlo con l’obiettivo dell’interesse e del bene comune. Chi usa questi metodi in un contesto democratico dimostra tutta l’inconsistenza dei propri argomenti”.


Il sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, che e’ pure vicepresidente nazionale dell’Anci, ha definito il plico recapitato a Cofferati ”un’azione vile e inaccettabile, che mira a colpire le istituzioni e la convivenza civile”.

Solidarieta’ al primo cittadino di Bologna anche dal Consiglio provinciale reggiano. ”Conosciamo la forza del tuo carattere – ha detto la presidente Sonia Masini – e sappiamo che la tua azione continuera’ piu’ forte di prima”.


Per il presidente del Consiglio provinciale di Bologna, Maurizio Cevenini, l’episodio ”rischia di inquinare il confronto democratico su temi di grande importanza per la citta’ e per l’intera comunita’ bolognese”.

”Un atto vile, un tentativo di colpire, nella tua figura di sindaco, le istituzioni e la convivenza civile”: cosi’ il consigliere regionale Ds Miro Fiammenghi al sindaco di Bologna.

Il presidente del gruppo Uniti nell’Ulivo-Ds in Regione, Daniele Manca: ”L’episodio non deve essere sottovalutato. Insieme al fatto analogo accaduto a Parma, nelle serre del palazzo Ducale, quella di Bologna si presenta come un’intimidazione compiuta contro chi si impegna ogni giorno nella difesa della democrazia, nell’evidente intenzione di destabilizzare le istituzioni.
Simili atti richiedono una condanna comune e una risposta ferma e unitaria da parte di tutte le forze politiche e dei rappresentanti istituzionali. Da parte nostra, respingiamo con decisione la logica sottesa dietro a gesti come questi e rinnoviamo il nostro consenso e la nostra vicinanza al sindaco Cofferati”.

E Gianluca Borghi, presidente della VI Commissione dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna: ”Esprimo, anche a nome dei Verdi, la mia piena solidarieta’ al sindaco Cofferati e l’assoluto rifiuto di ogni forma di violenza che mai ed in nessun modo potra’ sostituirsi alla dialettica, al confronto e alle idee”.


Donatella Bortolazzi, capogruppo PdCi in Regione, invita Cofferati ”a proseguire ed incrementare il dialogo con la societa’ civile e con quanti conoscono il vero significato delle parole ‘confronto democratico’. Nulla, ripeto nulla, giustifica atti simili, atti che vanno condannati senza ‘se’ e senza ‘ma”’.

Per Franco Franchi, segretario provinciale Sdi, ”l’assurdo episodio avvenuto a Bologna non puo’ che rafforzare l’ impegno di civile partecipazione democratica e confermare la condanna verso qualsiasi forma di violenza e di intolleranza”.

Condanna anche dal Partito marxista-leninista italiano: ”Non perche’ appoggia la politica fascista in tema di ‘sicurezza’ dell’ex segretario della Cgil – afferma in terza persona una nota del Pmli – ma perche’ costituisce un attacco alle lotte intraprese in queste settimane contro gli sgomberi e la repressione poliziesca invocata da Cofferati, tende a isolarle dalle masse bolognesi invece di creare un fronte comune. La lotta alla Giunta Cofferati non si conduce nell’ oscurita’ e con le bombe, ma alla luce del sole e con la lotta di classe e di massa”.


Leoni Forza Italia: “Al Sindaco di Bologna Cofferati va la nostra solidarietà per il grave atto di minaccia terroristica di cui è stato fatto oggetto. Ci troviamo davanti ad un vile attentato intimidatorio che segue di pochi giorni gli scontri di piazza e l’assalto al Comune di Bologna. Purtroppo il clima di odio e di tensione serpeggiante in questi giorni sembra avere creato l’umus adatto all’azione frange violente ed eversive tese a destabilizzare le istituzioni e ad intimorire i cittadini. Crediamo che Bologna sappia ancora una volta reagire di fronte a questo nuovo attacco terroristico. Forza Italia continuerà ad essere al fianco di chi tutela la sicurezza e la legalità”.
Il Vicepresidente dei Deputati di Forza Italia, On. Isabella Bertolini, Coordinatore regionale Forza Italia Emilia-Romagna, ha dichiarato:

“A nome mio e degli Azzurri emiliano-romagnoli, esprimo piena solidarietà al Sindaco di Bologna Sergio Cofferati, destinatario del pacco bomba recapitato al municipio di Bologna. La concomitanza con l’analogo fatto avvenuto a Parma, fa purtroppo supporre che sia in atto una strategia tesa ad attaccare e a destabilizzare le istituzioni democratiche. Auspichiamo che al più presto chi semina odio e terrore sia individuato e assicurato alla giustizia”