Home Economia Cresce in Italia il business delle pompe funebri

Cresce in Italia il business delle pompe funebri


Gode di buona salute il business delle imprese funebri in Italia. Dal 2000 le società funebri in Italia sono aumentate del 22% (dati: Camera di Commercio di Milano). Questo il trend di crescita regione per regione: Abruzzo 20%, Basilicata 43%, Calabria 37%, Campania 31%, Emilia R. e Friuli V.G. 11%, Lazio 28%, Liguria 16%, Lombardia 8%, Marche 12%, Molise 16%, Piemonte 12%, Puglia 29%, Sardegna 44%, Sicilia 36%, Toscana 30%, Trentino A.A 48%, Umbria 7%, Val d’Aosta 8%, Veneto 15%.

In Italia si contano 5.110 imprese nel settore. La maggior concentrazione si registra in Lombardia, col 13% del totale nazionale. Seconda la Sicilia col 10%. Seguono Campania, Piemonte, Lazio e Puglia. Ma la Regione che vanta la maggior quota di imprese funebri rispetto agli abitanti è il Molise: 18 società ogni 100.000 abitanti. E a Isernia, in 5 anni, c’è stato un vero e proprio boom: le imprese sono cresciute del 150%. Tra le province, medaglia d’oro a Milano che conta una quota sul totale italiano del 4,8%. Seguono, a stretto giro, Roma con il 4,4%, Torino con il 4,2%, Napoli con il 3,6%, Cosenza con il 2,5% e Bari con il 2,4%.